0372 453362 Via Rosario 25 - 26100 Cremona (Cr)

info@cremonasportiva.it

Avvicinati all'Atletica Leggera, iscriviti alla Cremona Sportiva Atletica Arvedi

Prova l'emozione della corsa, del salto, del lancio e della marcia!

Cremona Sportiva

Multistars: Dester terzo al giro di boa

 Domenica 25 Aprile 2021

(fonte FIDAL) Nella tappa italiana del circuito mondiale di prove multiple a Lana, in Alto Adige, l’azzurro in linea per il record personale. Dopo quattro gare si ferma Cairoli, tredicesima Gerevini nella prima giornata.

L’azzurro Dario Dester è al terzo posto dopo la giornata inaugurale del Multistars, tappa italiana del circuito mondiale di prove multiple a Lana, in provincia di Bolzano. Per il ventenne dei Carabinieri uno score provvisorio nel decathlon di 4054 punti, dodici in più rispetto alla tabella di marcia del record personale ottenuto nella scorsa estate a Firenze con un totale di 7655. Può quindi puntare a migliorarsi il giovane cremonese, protagonista nella stagione indoor con il record italiano dell’eptathlon e la settima posizione agli Europei di Torun. Soltanto quattro gare invece per Simone Cairoli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) che si ferma nel salto in alto per un fastidio a entrambi i tendini d’Achille. In testa fin dall’inizio il norvegese Martin Roe, che guida a quota 4153 davanti allo spagnolo Jorge Urena, 4110 per il vicecampione europeo indoor. Al femminile rientra la pluricampionessa italiana Sveva Gerevini (Carabinieri), tredicesima nel day 1 con un parziale di 3359 punti nell’eptathlon comandato dalla 21enne britannica Holly Mills (3839) che precede Marthe Koala (Burkina Faso, 3727) e l’irlandese Kate O’Connor (3666). Domani dalle ore 10 la seconda e conclusiva giornata del meeting internazionale inserito nel World Athletics Combined Events Challenge: è l’edizione numero 34, la seconda consecutiva nella località altoatesina dopo quella del 2019 e l’annullamento dell’anno scorso a causa dell’emergenza sanitaria.

DECATHLON - Subito tra i migliori Dario Dester che corre i 100 metri in 11.11 (-0.1), a otto centesimi dal suo primato per il quarto posto, mentre Simone Cairoli è nono con 11.21 (-0.1). Più dietro Amar Kasibovic (Atl. Vicentina), 11.81 (-1.3), e Lorenzo Naidon (Us Quercia Trentingrana), 11.87 (-1.3), frenato da un problema muscolare al bicipite femorale della gamba sinistra, prima di interrompere la sua gara a scopo precauzionale. In una mattinata di sole, con cielo limpido, il norvegese Martin Roe balza in testa con 10.90 (+0.6) e poi si conferma anche nel lungo atterrando a 7,51 (+1.1). Gli azzurri guadagnano posizioni: Dester salta 7,40 (+1.8) e diventa terzo, Cairoli 7,31 (+1.3) per salire al sesto posto anche se rinuncia all’ultimo tentativo. Nel peso Dester con 13,42 perde qualche punto rispetto al decathlon del record personale (13,75 in agosto a Firenze), ma ancora in vantaggio su quel riferimento. Dopo tre gare il ventenne cremonese è quarto in classifica, invece Cairoli lancia a 12,84, un metro esatto in meno del proprio limite, scivolando in tredicesima posizione. Al comando Roe (secondo nel peso con 14,88 preceduto soltanto dal 15,79 dello svedese Marcus Nilsson) con quasi cento punti di margine sullo spagnolo Jorge Urena. L’alto non è la specialità preferita del norvegese, ma valica 1,95 a un centimetro dal PB e difende la leadership (tre atleti a 2,01: lo svedese Fredrik Samuelsson, il lettone Reinis Kregers e il francese Romain Martin). Salta 1,95 l’azzurro Dester, che era andato oltre i due metri nell’esaltante stagione indoor, e si ritrova sesto in classifica. Poca fortuna per Cairoli: dopo aver superato 1,89 è costretto allo stop, dolorante a tutti e due i tendini di Achille. Per Kasibovic 6,75 (+0.6) nel lungo, 11,04 nel peso e 1,86 nell’alto. Bene Dester nei 400 piani che chiudono la prima giornata di gare: secondo posto nella classifica finale con un ottimo 49"10 (punti 857) e terzo posto nella classifica generale dopo la 1^ giornata con punti 4.054.
EPTATHLON - Al rientro nelle prove multiple, che non aveva affrontato durante la stagione indoor, Sveva Gerevini apre sui 100 ostacoli con 14.12 (-1.1), terzo tempo in carriera e undicesima in classifica. L’atleta di casa Linda Maria Pircher (Sv Lana Raika) scende a 15.58 (-1.0). In due a 13.21: la britannica Holly Mills (vento -1.1), che si migliora, e Marthe Koala (+0.5), atleta del Burkina Faso. Nell’alto percorso netto della pluricampionessa italiana Gerevini fino a 1,65, sei centimetri in meno del suo primato, e stessa misura per la classe 2001 Pircher, che firma il PB outdoor (rispettivamente 14° e 16° posto dopo due gare). Di nuovo al personale con 1,83 la 21enne Mills, leader in solitaria. Sulla pedana del peso affermazione parziale (14,74) dell’austriaca Sarah Lagger. Non cambia la posizione della 24enne azzurra che con 12,12 arriva a una spanna dal proprio limite di 12,44, mentre la giovane altoatesina Pircher non fa meglio di 10,84. Buona la prestazione per Gerevini nei 200 piani che chiudono la prima giornata: per lei terzo posto con il tempo di 24"49 (- 0,4) per 934 punti. In classifica generale si trova al 13° posto con punti 3.359.

AllegatoDimensione
Multistars2.35 MB